mag 9

Tre serate dedicate al lavoro, sia sotto il profilo dell’esercizio professionale sia, soprattutto, come dimensione mentale dell’esistere. Da venerdì 12 maggio all’Auditorium Ramin di via Rigotti va in scena “Un posto sicuro”, rassegna a cura di Michele Angrisani, che attraverso il cinema (i film La zuppa del demonio e Polvere. Il grande processo dell’amianto) e la letteratura (Padania. Vita e morte nel Nord Italia di Massimiliano Santarossa) ha l’ambizione di offrire una chiave di lettura – attualissima e per molti aspetti inquietante – di quanto sta accadendo intorno a noi nel lavoro, nelle professioni, nell’occupazione, e soprattutto nella percezione che si ha di queste realtà.

«Parlare e confrontarsi sul lavoro in questo momento storico, con l’aiuto delle chiavi interpretative del cinema e della letteratura, appare quasi un dovere etico, prima ancora che un’occasione d’incontro e di dibattito – dice il sindaco Michele Schiavo –. L’Amministrazione comunale di Cadoneghe crede molto in questo progetto, che ha deciso di sostenere e finanziare avvertendone quasi l’urgenza culturale. Pensiamo soltanto a quanti e quali cambiamenti radicali hanno recentemente modificato, anche nel nostro territorio, il concetto stesso di lavoro: in pochi anni sono scomparsi stabilimenti storici come la Grosoli e le fonderie Breda, che per decenni hanno condizionato, nel bene e nel male, la vita di migliaia di famiglie, e quindi il tessuto sociale e l’urbanistica stessa della città. “Un posto sicuro” ci offre un percorso che forse rappresenta l’occasione per ripensare o per pensare in termini nuovi a questi cambiamenti. Un ringraziamento particolare va rivolto, oltre al curatore Michele Angrisani, al consigliere Enrico Scacco, che ha dato un contributo sostanziale nell’ideazione del progetto».

UN POSTO SICURO – il programma

Tutte le serate all’Auditorium Ramin in via Rigotti alle ore 21,00, ingresso libero.

VENERDÌ 12 MAGGIO: “LA ZUPPA DEL DEMONIO” di Davide Ferrario.
Con la partecipazione di Giorgio Roverato, docente di Storia Economica dell’Università di Padova.

MERCOLEDÌ 17 MAGGIO: “POLVERE. IL GRANDE PROCESSO DELL’AMIANTO” di Niccolò Bruna e Andrea Prandstraller. Con la partecipazione di Cristian Ferrari, Segretario CGIL Padova.

VENERDÌ 26 MAGGIO 2017: “PADANIA. 30 MINUTI PER RACCONTARE VITA E LAVORO A NORDEST” Reading di Massimiliano Santarossa. A seguire la presentazione dell’omonimo romanzo.

mag 4

Matteo Renzi vince il congresso nazionale e le primarie del 30 aprile scorso e si conferma segretario nazionale del Partito Democratico. Un risultato netto, che trova riscontro anche a Cadoneghe.

Nel nostro comune hanno votato 474 persone. Voti validi 466, bianche 5 e nulle 3. A Renzi sono andati 335 voti pari al 72%, a Orlando 131 voti pari al 28%. Nessun voto alla candidatura di Emiliano.

Per quanto riguarda la segreteria Regionale, si è imposto anche qua Alessandro Bisato, sindaco di Noventa Padovana. In questo caso sono stati 463 i votanti, 35 bianche e 6 nulle. Bisato ha ottenuto 257 voti pari al 60%, mentre Tonella ha totalizzato 175 voti pari al 40%.