apr 27

Le fabbriche ex Breda, un pezzo importante di storia industriale, sociale e sindacale non solo per Cadoneghe, ma per Padova e il Veneto. Un contenitore di memorie, un perfetto esempio di archeologia industriale che oggi rappresenta anche un’area importante sotto il profilo ambientale. Dopo anni di ricerche e di raccolta di documenti, grazie anche al contributo di quanti hanno vissuto quegli anni in prima persona, esce ora il libro di Pietro Basso La Breda, una storia operaia.

Basso, scrittore, poeta ed ex assessore, per 36 anni della sua vita professionale è stato impiegato alla Breda, prima come operario tornitore e poi come caporeparto. Il suo è un viaggio nella memoria, pieno di aneddoti, immagini, testimonianze dirette legate alle più importanti vicende storiche, con particolare attenzione al periodo della resistenza e a quello alle lotte operaie svoltesi negli anni ’50 all’interno delle ex fabbriche.

Il libro verrà presentato in Sala consiliare del Comune di Cadoneghe alle ore 10 di domenica 3 maggio (ingresso libero).

Nell’occasione, dopo il saluto del sindaco Michele Schiavo, interverranno:
- Assessore Mirco Gastaldon – “Il perché del libro”
- Assessore Paola Venturato – “La necessità della memoria storica del territorio”
- Giovanni Petrina – “La stesura del libro”
- Cristian Ferrari – segretario prov. CGIl “La Breda operaia, la presenza sindacale”
- Pietro Basso – “La Breda, una storia operaia. Un paese e la sua fabbrica, tra sviluppo e tensioni sociali del ’900”.

apr 27

Sarà una festa del 1 maggio all’insegna della vita all’aria aperta – tempo permettendo – quella proposta dal Comune di Cadoneghe. Come tradizione, la festa dei lavoratori sarà l’occasione per conoscere il territorio trascorrendo qualche ora in sella alla propria bicicletta.

L’itinerario della pedalata collettiva (che prenderà il via alle 9 da piazza della Repubblica) prevede il passaggio lungo diverse strade del territorio. Per questa manifestazione è prevista come sempre la partecipazione di circa 1500 cicloamatori. Due i punti di ristoro: il primo al Parco della Speranza (via Nazario Sauro) e il secondo a Piazza della Repubblica.

Info: www.cadoneghenet.it

apr 10

Come ogni anno la Festa della Liberazione a Cadoneghe sarà onorata con diversi momenti di incontro e riflessione. Nel 2015 ricorre il 70.mo anniversario della celebrazione, e dunque le manifestazioni in programma saranno ancora più nutrite del consueto. Il programma degli eventi è curato dal Comune in collaborazione con: Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, Associazione Nazionale Carabinieri, Auser, Udi, Fidas.

Si comincia martedì prossimo, 14 aprile, alle 20.45 in Sala Consiliare con la presentazione del libro “Storie di GAP” di Santo Peli. L’autore sarà introdotto da Irene Barrichello.
Sabato 18 alle 8.30 iniziativa rivolta alle scuole (per gli alunni delle classi terze). In Aula Magna della Scuola Media Don Milani è in programma “L’immagine del tempo”: lo storico Diego Pulliero presenta immagini e letture del secolo scorso. Lo stesso evento è in programma, per tutti, venerdì 24 aprile alle 20.45 all’Auditorium Ramin.

Mercoledì 22 aprile alle 20.45 in Sala I. Calvino “La Resistenza delle Donne. Alle origini della politica femminile nella vita repubblicana”, incontro con Liviana Gazzetta, docente del Liceo Fermi e membro della Società Italiana delle Storiche.

Giovedì 23 alle 20.45, in Sala Consiliare, l’Anpi di Cadoneghe in collaborazione con il Liceo Curiel di Padova presenta “Qui, dove passarono i partigiani crebbero gli abeti”, spettacolo di letture e musiche in occasione del 70° anniversario della Liberazione, a cura del Liceo Scientifico “E.Curiel” di Padova. Coordinamento a cura di Giuseppe Tramontana, docente di storia e filosofia presso il Liceo.

Sabato 25 aprile il tradizionale Alzabandiera davanti al Municipio (ore 9.30); alla cerimonia interviene il Prof. Giovanni Petrina, già assessore alla Cultura del Comune. Alle ore 9.30 Deposizione di Corone presso la Cappellina dei Partigiani in Cimitero; interviene lo storico e scrittore Piero Basso. Alle 10.30 in Sala Consiliare del Municipio Concerto di pianoforte di Marco Pomelli, con musiche di Liszt, Beethoven e Bartok.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.