set 10

Sarà Goran Bregovic a chiudere “Futura”, la festa dell’Unità che quest’anno si svolgerà negli spazi del Gran Teatro Geox in corso Australia. Con le elezioni regionali alle porte il Pd padovano cerca la rivincita e diventare il punto di riferimento per il Veneto. «Qualcuno ha insinuato che spostarsi da Prato della Valle al Geox significa ridimensionare la festa, mentre è esattamente il contrario – dichiara Massimo Bettin, segretario provinciale del Pd – .I nuovi spazi ci permetteranno di puntare ai livelli emiliani, e di ospitare eventi musicali, dibattiti politici e tantissime iniziative che invece i limiti di Prato della Valle non ci avrebbero consentito. Il messaggio che vogliamo lanciare è chiaro: siamo consapevoli che c’è bisogno dell’alternanza, ma noi non ci fermiamo. Anzi, rilanciamo». Futura 2014 partirà il 30 agosto e terminerà il 15 settembre. Il calendario è in corso d’opera ma il Pd sembra voglia fare le cose in grande. Dagli spazi culturali dedicati ai libri, alle mostre d’arte e di fumetti, ai dibattiti politici, alla grande musica, sempre tutto accompagnato da buon cibo. «Avremo offerte di ristorazione di ogni tipo e di qualità, dalla carne al pesce, dalle piadine romagnole, alla pizza, ai piatti etnici, cucina veneta e avremo anche i menù vegani e vegetariani» ha rivelato Bettin. Non ci sarà con ogni probabilità il premier Matteo Renzi, anche se è stato invitato, ma ci sarà Pierluigi Bersani. E poi il ministro dell’ambiente Andrea Orlando, il vice segretario del Pd Lorenzo Guerini, Debora Serracchiani, Susanna Camusso, Alessandra Moretti, Claudio Ruffini, l’eurodeputata Simona Bonafè e, ovviamente, Flavio Zanonato. «Questa festa è un segnale di ripartenza che guarda a Veneto 2015 – ha spiegato il consigliere regionale, Piero Ruzzante – .Abbiamo scelto di continuare a chiamarla ‘Futura’ perché sarà un laboratorio di idee in vista delle regionali 2015, e perché rappresenta un segnale di apertura. E poi è un omaggio a Lucio Dalla». Dal 18 agosto 1000 volontari si rimboccheranno le maniche per preparare lo scenario del Geox, pronto ad ospitare migliaia di persone tra eventi politici, culturali e grandi banchetti. Bregovic per ora rimane la stella musicale della festa, ma la squadra del Pd potrebbe riservare altre sorprese, tra cui serate Tango e di musica balcanica. «Non anticipiamo nulla – ha spiegato Ruzzante – ma ci sarà almeno un altro nome del livello di Bregovic». E poi la cultura: «Ci sarà una libreria permanente nello spazio Geoxino – ha rivelato Antonio Bressa, segretario cittadino del Pd – e lì ogni sera ci sarà un ospite e la presentazione di un libro. Ci sarà un’intera area dedicata alla cultura e all’arte, tra cui i fumetti di BeccoGiallo e tante sorprese per i più piccoli». Nessun problema neanche di maltempo e viabilità. «1300 posti auto, due piste ciclabili che portano dritte al Geox senza passare per corso Australia che ripuliremo noi», concludono.

PER TUTTE LE INFO: http://www.partitodemocraticopadova.it/