dic 30

Comincia a produrre effetti il “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo” che a settembre era stato sottoscritto dal Comune di Cadoneghe, impegnato anche sul fronte della raccolta firme per chiedere una nuova legge nazionale finalizzata alla riduzione dell’offerta e al contenimento dell’accesso. Viene ora sancito infatti l’obbligo per tutti i locali che detengono slot machine o offrono la possibilità di acquistare gratta e vinci di esporre cartelli di avviso contenenti formule di avvertimento in cui si spiegano chiaramente le possibilità di vincita, si avverte del rischio di dipendenza patologica e si sancisce il divieto di gioco per i minori.

Lo decreta una circolare dell’Agenzia dei Monopoli (in attuazione di quanto prescritto dalla Legge 8 novembre 2012 n. 189) dedicata alla prevenzione dei fenomeni di gioco compulsivo che si stanno diffondendo sempre più presso gli italiani più deboli ed esposti. «Se non altro è un messaggio di sensibilità – dice il sindaco Mirco Gastaldon –. Difficilmente lo Stato rinuncerà al monopolio dei giochi, perché ha troppo bisogno di introiti. Ma comincia a prendere atto che, sviluppato in forme compulsive e fuori controllo, il gioco d’azzardo può generare pericolosi fenomeni di degrado sociale, che oltre che essere eticamente deleteri comportano anche costi altissimi in termini sanitari e di ordine pubblico».

Nel frattempo l’Ulss 16, sulla base di quanto disposto dal Decreto Legge n° 158 del 13.09.2012, ha predisposto una serie di cartelli che invitano a rivolgersi ad appositi servizi di assistenza gratuita chi si trovi o conosca persone in difficoltà di fronte a fenomeni compulsivi legati a questo fenomeno: «Faremo in modo che anche questi avvisi siano esposti con molta evidenza in tutti i locali e negli esercizi coinvolti – dice l’assessore al Commercio Michele Schiavo –. Speriamo che presto sia consentito il potere di ordinanza dei sindaci per definire l’orario di apertura delle sale gioco e per stabilire le distanze dai luoghi sensibili, e sia richiesto ai Comuni il parere preventivo e vincolante per l’installazione dei giochi d’azzardo. Ma nel frattempo queste misure sono già un primo passo importante per contrastare anche nel nostro territorio quella che finora era una assoluta mancanza di controlli e di regolamentazioni, con pesanti costi sociali, culturali e sanitari. Vale la pena ricordare che il gioco d’azzardo sottrae ore al lavoro, alla vita affettiva, al tempo libero e produce sofferenza psicologica, di relazione, educativa, materiale, di aspettativa di futuro. Trasforma la percezione della realtà, soprattutto nei soggetti più deboli ed esposti. Ed è da qui che vogliamo partire per evitare che certi fenomeni possano degenerare. Contrastare la diffusione del gioco d’azzardo a partire dal territorio è possibile attraverso statuti, regolamenti e ordinanze comunali, ma anche mediante controlli della Polizia locale sulle sale gioco e su coloro che le frequentano. Si tratta di strumenti di normale gestione amministrativa, non di misure eccezionali».

dic 20

Sabato 21 dicembre 2013 alle ore 16

presso la Casa del Lavoratore di Cadoneghe (via Gramsci 43), dove da poco ha sede lasezione Sparviero dell’ANPI

si terrà il tradizionale incontro di fine anno.

Sarà l’occasione per uno scambio di opinioni sull’attuale situazione politica e sociale e mostrare una carrellata di diapositive sulle iniziative realizzate nel corso di quest’anno oltre che per raccogliere idee e proposte per quelle da portare avanti per il prossimo.

Interverrà Alessandra Stivali della segreteria provinciale della CGIL con ricordi e poesie della Resistenza.

Si darà inizio, inoltre, al tesseramento per il 2014.

Al termine una bicchierata e gli auguri per le festività di Natale e Fine Anno. Un invito pertanto a tutti gli iscritti, famigliari e simpatizzanti a partecipare.

dic 20

Il Circolo del PD Cadoneghe organizza il consueto scambio di auguri con iscritti e simpatizzanti. Vi aspettiamo domenica 22 Dicembre alle ore 9.30 preso la sede del Partito Democratico di Cadoneghe! E’ un momento molto importante per il nostro paese e soprattutto per il nostro comune, e una chiacchierata, insieme ad una buona fetta di panettone, potrà essere molto piacevole e stimolante per tutti noi!

dic 20

Si chiama “Incontriamo l’autore” la nuova rassegna culturale organizzata dalla Biblioteca comunale P.P. Pasolini in collaborazione con gli Amici della Biblioteca. Due gli appuntamenti previsti, entrambi in sala Italo Calvino alle ore 21.

Domani, venerdì 13 dicembre, incontro con Giuseppe Rizzo, autore di “Piccola guerra lampo per radere al suolo la Sicilia” (Feltrinelli).

Andrea detto Osso, Martina detta Pupetta, Marco detto Gaga, tre trentenni senza grazia di Dio, funzionano così: non sopportano le minchiate. Le minchiate e i pidocchi. E Lortica, il piccolo paese siciliano dove sono cresciuti e da cui sono andati via per inseguire studi lavori e amori, a Roma Berlino e Praga, ne è infestata. Il sindaco racconta minchiate, ma anche il comandante dei carabinieri, persino un ministro della Repubblica. Alla minchiata più grossa, una menzogna sui fratelli Bonanno, che a Lortica volevano aprire un negozio di fiori e per questo sono stati ammazzati dai pidocchi, i tre amici decidono di tornare in paese con un piano: istituire una squadra di sabotatori delle minchiate e mettere tutto a soqquadro assieme all’aiuto di Mario detto Mario, quarantenne scorbutico e idealista.

Venerdì 20 dicembre sarà invece la volta di Simone Marzini con il suo “Nordest Farwest” (Edizioni Biblioteca dell’immagine).

Il produttivo e tranquillo Nordest d’Italia, nell’arco di poche ore, viene disseminato di furti, sparatorie, avventure di ogni genere e cadaveri a non finire, e nessuno sa spiegarsi quello che è successo. Tra uomini disperati in cerca di danaro facile, operai cocainomani privi di scrupoli, ricchi industriali osceni, improbabili investigatori privati dalla dubbia morale, malati mentali che si credono eroi, locali per scambisti, puttane dell’est e magnaccia, Nordest Farwest disegna con una potenza narrativa unica l’inconfondibile realtà nordestina, riscrivendone in chiave pulp gli eccessi economici, sociali e soprattutto umani.

INFORMAZIONI: Biblioteca Comunale P. P. Pasolini, tel. 049 70 69 86, e-mail: biblioteca@cadoneghenet.it, amicidellabiblioteca@gmail.com

 

dic 16

Cari amici del PD Cadoneghe,

vi rendo partecipi di questa bella iniziativa dei Giovani Democratici padovani, che ci vedrà coinvolti in una colletta alimentare che raccoglierà, da mercoledì 11 a venerdì 20 dicembre, cibo e beni di prima necessità che verranno poi distribuiti nei centri Caritas della provincia: pasta, pelati, sughi e olio, omogeneizzati per l’infanzia, legumi in scatola.

“Dopo le torte di solidarietà per la popolazione filippina e la raccolta fondi per la popolazione sarda, continua l’operazione #partitoutile per portar il nostro piccolo contributo a chi non può permettersi un pasto caldo. Le cifre sono drammatiche: in Italia oltre 4.800.000 persone sono sotto la soglia della povertà alimentare e il numero degli indigenti alimentari è in continuo aumento”.

Ecco i punti di raccolta:
- SEDE PD Padova ( Via Beato Pellegrino): dal 11 al 20 dicembre, tutti i giorni dalle 17 alle 20
- CIRCOLO PD MORTISE (Via Madonna della Salute, 26): Domenica 15 dalle 9 alle 13; venerdì 20 dalle 17 alle 20.
- CIRCOLO PD ARMISTIZIO (Via Armistizio, 263): giovedì 19 dalle 18.00 alle 19.30
- CIRCOLO SANT’OSVALDO – Padova
- CIRCOLO PD ABANO( Piazza Mercato): Mercoledì 11 e mercoledì 18 dalle 10 alle 13, sabato 14 e sabato 21 dalle 10 alle 13, domenica 15 dalle 10 alle 12.
- CASA DEL LAVORATORE DI CADONEGHE (via Gramsci)
- CIRCOLO PD SAN GIORGIO IN BOSCO (via Spino): Domenica 15 dalle 15 alle 19

I Giovani Democratici Circolo di Cadoneghe saranno in sede la mattina di Domenica 15/12/2013 e la mattina di Martedì 17 orario 9:00 – 12:30 per raccogliere quanto chiunque vorrà donare per questa causa. Cercheremo di ampliare gli orari di apertura della sede per poter favorire il più possibile la raccolta.

Vi chiedo di voler diffondere questa bella iniziativa ad amici e conoscenti.
Confidando nell’impegno di tutti, vi auguro un buon proseguimento di Avvento e vi invio un caro saluto.

Iacopo Munaro
Segretario Giovani Democratici – Circolo di Cadoneghe

dic 9

Chiusi i seggi alle 20 di ieri sera, alle primarie per il segretario nazionale del Pd si profila una schiacciante vittoria di Matteo Renzi.
Ad ora, con 7197 sezioni scrutinate su 8476, Gianni Cuperlo ottiene il 18% dei voti (434.311), Matteo Renzi il 67.8% (1.638.934 voti) e Pippo Civati il 14.3% (344.526).

Anche a Cadoneghe la maggioranza dei voti va Matteo Renzi.
Nel nostro comune hanno votato 931 persone, con questi risultati: Renzi 581 (62%); Cuperlo 214 (23%); Civati 132 (14%) (Nulle 1; Bianche 3).
Il dato complessivo indica una grande partecipazione alle Primarie, superiore alle previsioni. Due milioni e mezzo di italiani hanno dimostrato, col loro voto, di credere ancora molto nel progetto del Partito Democratico.