nov 29

Inizia sabato 1 dicembre la Mostra Mercato del Libro organizzata dalla Pro Loco Cadoneghe nei locali del Centro Parrocchiale Sant’Andrea a Cadoneghe “storica”. Giunta alla sua diciassettesima edizione, la mostra si avvale quest’anno della collaborazione dell’Associazione “NOI – Cadoneghe Insieme” e degli “Amici della Biblioteca” e ha il patrocinio del Comune di Cadoneghe.

Fino a domenica 9 dicembre sarà possibile acquistare le ultime novità librarie e libri di ogni genere, dai romanzi alla letteratura per bambini, dai saggi economici alle guide per i viaggi, con sconti molto convenienti. Si potranno anche ordinare i propri libri preferiti e ritirarli entro il termine della Mostra.

La Mostra sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì con orario 15,30-19 e sabato e domenica anche al mattino con orario 9-12,30 e 15,30-19.

Sabato 8 dicembre alle ore 16 ci sarà il tradizionale appuntamento di animazione per bambini e la cioccolata calda offerta a tutti i partecipanti.

nov 29

Si ripete per il secondo anno il progetto di orientamento scolastico destinato agli alunni delle classi terze dell’Istituto Comprensivo “Don Milani” di Cadoneghe. Frutto di un lavoro in rete tra CNA Padova Nord, Istituto Comprensivo, Amministrazione Comunale e Unione Medio Brenta, il progetto ha il merito di creare un legame forte tra le scuole del territorio e alcune aziende che che il 29 novembre apriranno le porte a studenti e docenti. Questo è un esempio concreto di sinergia tra scuola e lavoro, da tanto tempo auspicato e invoca per rafforzare e dare valore ai programmi didattici delle nostre scuole. La conoscenza diretta delle attività lavorative del nostro territorio, permetterà di conoscere e apprezzare l’eccellenza tecnica delle aziende di Cadoneghe e dell’alta Padovana. Dunque con gratitudine saluto i responsabili di CNA Padova Nord fautori di una iniziativa che coinvolge le scuole di Cadoneghe e Vigodarzere.
Ringrazio i docenti dell’Istituto Comprensivo “Don Milani” che investono tempo e attenzione all’orientamento degli studenti. Non da ultimo cito i responsabili dell’Unione Medio Brenta che forniranno il servizio di trasporto degli alunni. Questo è un progetto in cui credo, anzi, crediamo moltissimo, perché si tratta di un esempio concreto di quella sinergia tra scuola e lavoro che da tanto tempo è invocata per l’istruzione italiana. La conoscenza diretta delle attività lavorative del nostro territorio permetterà di apprezzare l’eccellenza tecnica di queste aziende. È un modo concreto per pensare al futuro dei nostri ragazzi, che saranno impegnati in sfide importanti nella formazione e nella scelta del loro lavoro.

Mirco Gastaldon, sindaco di Cadoneghe

nov 27

A CADONEGHE SI VOTA DOMENICA 2 DICEMBRE dalle 8 alle 20 NEGLI STESSI SEGGI DEL PRIMO TURNO:

seggio A – MEJANIGA presso la SALA CONSILIARE (SEZIONI ELETTORALI n. 3/4/5/6/7)

seggio B – CADONEGHE presso la SALA DELLE ASSOCIAZIONI, sopra spogliatoi campo sportivo via Rigotti
(SEZIONI ELETTORALI n. 1/2/14/15)

seggio C – BRAGNI presso la SCUOLA FALCONE E BORSELLINO (SEZIONI ELETTORALI n. 8/9/10/11/12/13)

nov 26

C’è gente che pur di non ammettere che il centrosinistra ieri ha dato una grande lezione di democrazia si sofferma su questioni ridicole, come… i soldi raccolti. Soldi che andranno a coprire le spese organizzative (stampa, affitto locali ecc.) e serviranno a finanziare in parte la campagna elettorale del 2013, ovviamente.
Ma non ha senso perdere neanche un secondo sulla questione.
Resta la bella sensazione di un grande movimento popolare fatto di persone serie, che si sono svegliate all’alba e hanno lavorato sodo, con impegno e grandi capacità organizzative. Persone che hanno votato per l’uno o per l’altro candidato, che hanno sostenuto con forza la bontà della propria scelta, ma che sanno chiaramente che il cammino da fare dopo il 2 dicembre sarà un cammino comune.
Abbiamo apprezzato le dichiarazioni di Bersani e di Renzi. Ma non sono mancate, neppure ieri, dichiarazioni stonate, da parte di chi è sempre stato contrario/a a queste primarie.
Le primarie si confermano invece uno strumento di grande valore democratico, una straordinaria occasione di partecipazione e di coinvolgimento dei cittadini.
Grazie alle donne e agli uomini che l’hanno reso possibile anche ieri. E buon voto domenica prossima.

Alberto Savio
segretario Partito Democratico Cadoneghe

nov 26

Bersani si impone anche a Cadoneghe sugli altri quattro candidati ma non arriva, pur avvicinandosi, al 50%. Domenica 2 dicembre (sempre dalle 8 alle 20) ci sarà il ballottaggio tra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi. Questi i risultati.

COMUNE DI CADONEGHE (totale dei tre seggi)
Pier Luigi BERSANI 472 voti / 48.4%
Bruno TABACCI 12 voti / 1.2%
Laura PUPPATO 84 voti / 8.6%
Nichi VENDOLA 104 voti / 10.7%
Matteo RENZI 302 voti / 30.9%
Schede nulle 1
TOTALE VOTANTI 975

SEGGIO A (Mejaniga)
Pier Luigi BERSANI 175
Bruno TABACCI 5
Laura PUPPATO 33
Nichi VENDOLA 50
Matteo RENZI 81
Schede nulle 1
TOTALE VOTANTI 345

SEGGIO B (Cadoneghe “storica”)
Pier Luigi BERSANI 129
Bruno TABACCI 2
Laura PUPPATO 17
Nichi VENDOLA 18
Matteo RENZI 68
TOTALE VOTANTI 234

SEGGIO C (Bragni/Castagnara)
Pier Luigi BERSANI 168
Bruno TABACCI 5
Laura PUPPATO 34
Nichi VENDOLA 36
Matteo RENZI 153
TOTALE VOTANTI 396

nov 20

Domenica 25 novembre è la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Per questa occasione l’UDI di Cadoneghe, con il patrocinio del Comune, organizza per venerdì 23 novembre una serata presso la sala Calvino della Biblioteca comunale (ore 20,45) con la proiezione del film “Un giorno perfetto” di F. Ozpetek, tratto dall’omonimo romanzo di Melania Gaia Mazzucco. L’ingresso è libero.

Nel corso della serata di venerdì sarà consegnata all’Amministrazione la petizione che varie associazioni stanno proponendo per favorire iniziative concrete che contrastino il fenomeno della violenza sulle donne e promuovano un progetto di legge organica contro il femminicidio.

nov 15

Il sindaco Mirco Gastaldon e l’assessore Silvio Cecchinato replicano alla nota polemica diffusa dalla Lega riguardo alla presunta inadeguatezza della nuova strada della zona industriale: «Non si capisce come mai qualcuno continui a non ammettere nonostante l’evidenza dei fatti che la nuova arteria è utile alla collettività e realizzata rispettando alla lettera progetto e normativa vigente. La strada è sicura (per quanto ogni strada comporti chiaramente una quota di rischio imponderabile), con limite di percorrenza di 40, 50 o 70 chilometri/h a seconda delle zone interessate. Diversamente non avremmo avuto il parere favorevole da parte di tutti gli enti interessati. Ci rendiamo conto che forse ci vuole un minimo di competenza tecnica per saper leggere un progetto, ma mai è stata prevista una pista ciclabile lungo la camionabile nel tratto che va da via Frattina a via Bragni: quello che c’è è esattamente il percorso previsto dal progetto, che collega fra loro le piste ciclabili dell’SP34 con via Giotto mediante via Frattina. Teniamo a precisare, se qualcuno non lo ha ancora capito, che il progetto dal marzo 2008 non è mai stato cambiato, né avremmo potuto farlo nemmeno in minima parte, visto che com’è noto abbiamo un contenzioso in corso con il Consorzio Cadoneghe Nord, ossia i privati che dovevano realizzare la strada a seguito dell’ampliamento della zona industriale».

Il sindaco poi approfondisce: «Il percorso è andato ad interessare solo in due casi zone pertinenziali di residenze private (in un caso anche molto limitatamente) pur avendo interessato zone agricole con 50 espropri. Anche in merito alle distanze dai giardini privati, lo ripetiamo, il progetto è stato rispettato. Quanto poi a presunte irregolarità nelle segnalazioni stradali, deve essere chiaro che invece segnaletica orizzontale e verticale, come può verificare chiunque percorra la nuova strada, sono assolutamente complete fin dal giorno dell’inaugurazione. Non abbiamo avuto alcuna fretta di inaugurare la strada, tanto che l’apertura al traffico è avvenuta con circa due mesi di ritardo rispetto a quanto preventivato a causa dei tempi di intervento di un Ente diverso dal Comune: non potevamo certo attendere oltre, perché siamo abituati a mantenere la parola data sui tempi di realizzazione».

Infine la questione bacini di laminazione: «Lungo la strada vi sono due opere idrauliche – conclude l’assessore Cecchinato –: una, regolarmente conclusa come da progetto, tra via Frattina e via Bragni, che è appunto una vasca di laminazione per il contenimento delle acque; l’altra, che si trova tra via Frattina e via Roma, non è una vasca di laminazione, ma un bacino di fitodepurazione. Si tratta di un progetto totalmente scollegato da quello della nuova strada (infatti non è indicato nel progetto della strada stessa!), che ha funzioni totalmente diverse e coinvolge altri enti, cioè il Comune e il Consorzio di Bonifica acque risorgive. Alla luce di questi fatti, mi sembra evidente che chi non ha mai voluto la strada continua ad avversarla anche adesso che funziona ed esercita la sua funzione compreso lo sgravio del traffico pesante dal quartiere Bragni, principale obiettivo di questa Amministrazione per questa opera. Il tanto atteso GRA che qualcuno diceva essere già cantierato per dicembre 2011 e costituire un doppione con la strada in discussione non solo non è stato avviato ma bocciato dal Ministero».

nov 14

Venerdì 16 novembre alle ore 16 il focus della discussione sul riordino delle Province e sul futuro della città metropolitana si sposterà a Cadoneghe. Si chiama “Provincia metropolitana: le sfide per il futuro” la tavola rotonda pubblica in programma venerdì 16 a Villa Mocenigo (piazzetta della Pace 4, Cadoneghe) alla quale interverranno, invitati dal sindaco di Cadoneghe Mirco Gastaldon:

Giorgio Orsoni, sindaco di Venezia
Flavio Zanonato, sindaco di padova
Dario Franceschini, capogruppo PD Camera dei Deputati

Alla tavola rotonda daranno il loro contributo anche Giuseppe Caraccio, presidente Nordest Sanità, e Margherita Zabeo, resp. Medicina e Sicurezza del lavoro del Gruppo GVDR. Moderatore sarà il giornalista Finegil Renzo Mazzaro.

Nel corso dell’incontro sarà presentata la ricerca “Le opinioni dei cittadini dell’Alta Padovana: indagine sulla situazione economica e sulla qualità dei servizi”, realizzata dall’istituto di ricerca Tolomeo Studi e Ricerche e illustrata nei dettagli da Aldo Cristadoro. «Focus della ricerca – spiega il sindaco Gastaldon – è il contesto sociale, culturale ed economico di una fetta importante del Nord-Est, l’area dell’Alta padovana, le cui dinamiche mettono ora in luce alcune linee di tendenza significative. Stante una crisi economica pervasiva, emerge dalla ricerca un dato incontrovertibile: la diffusa preoccupazione, trasversale a tutte le età e a tutte le condizioni sociali e culturali, per la tenuta del sistema. Cittadini e famiglie appaiono sempre meno fiduciosi per il futuro riguardo al mantenimento del proprio tenore di vita. Il progressivo venir meno di servizi pubblici essenziali gioca in questo senso un ruolo importante: il cittadino si sente abbandonato, travolto da processi esogeni incontrollabili».
Il sindaco spiega poi i motivi dell’incontro pubblico, cui sono invitati tutti i cittadini. «Discuteremo di questi temi con Orsoni, con Zanonato e con Franceschini proprio mentre si prefigurano per il nostro territorio nuovi scenari amministrativi e inedite aggregazioni territoriali. L’intento è quello di aggiungere un tassello importante al dibattito in atto sul riordino delle province, nella convinzione che la logica di rete e di condivisione che è alla base della proposta di città metropolitana formulata dai sindaci offra la chiave di volta per lo snellimento dei livelli decisionali, per il superamento della estrema divisione del territorio e infine anche per continuare ad assicurare ai cittadini una presenza concreta e fattiva da parte delle istituzioni».

nov 5

Tutto quello che occorre sapere per partecipare alle PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA.

QUALI SONO I CANDIDATI?
I candidati sono cinque: Pier Luigi BERSANI, Bruno TABACCI, Laura PUPPATO, Nichi VENDOLA e Matteo RENZI.

CHI PUO’ PARTECIPARE ALLE PRIMARIE?
Tutte le elettrici e gli elettori in possesso dei requisiti previsti dalla legge, maggiorenni al momento del voto, cioè con più di 18 anni al 25 novembre 2012; i cittadini europei residenti in Italia, i cittadini di altri paesi con regolare permesso di soggiorno e carta d’identità.

COME FUNZIONA E QUANDO SI FA L’ISCRIZIONE ALL’ALBO DEGLI ELETTORI?
Dal 4 novembre al 25 novembre, il giorno del voto, sarà possibile iscriversi all’Albo degli elettori del centrosinistra. All’atto dell’iscrizione ci si deve presentare con documento d’identità e tessera elettorale e, dopo aver versato un contributo di (minimo) 2 euro, si riceve il certificato elettorale del centrosinistra, necessario per poter votare alle primarie del 25 novembre.

DOVE CI SI PUO’ ISCRIVERE?
L’iscrizione si potrà effettuare presso la sede del Pd Cadoneghe nei seguenti orari:
MARTEDI’ – MERCOLEDI’ – SABATO – DOMENICA ore 10.30-12; DAL LUN al VENERDI’ dalle 17.30 alle 19.
In alternativa, ci si può iscrivere il giorno stesso del voto, in prossimità dei seggi, negli appositi spazi allestiti.

CI SI PUO’ REGISTRARE ONLINE VIA INTERNET?
E’ possibile pre-registrarsi sul sito www.primarieitaliabenecomune.it ma è comunque necessario completare la registrazione firmando il certificato di registrazione e versando i due euro richiesti.

QUALI DOCUMENTI SI DEVONO PORTARE AL SEGGIO PER VOTARE?
Domenica 25 novembre bisogna presentarsi al seggio con un documento d’identità, la tessera elettorale e il certificato elettorale del centrosinistra che comprovi l’avvenuta iscrizione all’Albo degli elettori.

IN CHE ORARIO SI PUO’ VOTARE DOMENICA 25 NOVEMBRE?
Dalle ore 8.00 alle ore 20.00.
Anche domenica 2 dicembre, in caso di eventuale ballottaggio, l’orario sarà dalle 8.00 alle 20.00.

DOVE SI POTRA’ VOTARE?
Nel Comune di Cadoneghe si potrà votare in tre seggi:
seggio A – MEJANIGA presso la SALA CONSILIARE (SEZIONI ELETTORALI n. 3/4/5/6/7)
seggio B – CADONEGHE presso la SALA DELLE ASSOCIAZIONI, sopra spogliatoi campo sportivo via Rigotti
(SEZIONI ELETTORALI n. 1/2/14/15)
seggio C – BRAGNI presso la SCUOLA FALCONE E BORSELLINO (SEZIONI ELETTORALI n. 8/9/10/11/12/13)

SI PUO’ VOTARE IN QUALUNQUE SEGGIO?
No, si dovrà votare al seggio associato al numero della propria sezione elettorale.

QUANTE PREFERENZE SI POTRANNO ESPRIMERE?
Si potrà esprimere una sola preferenza, scegliendo uno solo tra i cinque candidati.

A CHI SI POSSONO CHIEDERE INFORMAZIONI?
Si possono chiedere informazioni via mail all’indirizzo info@pdcadoneghe.it oppure chiamando in sede PD negli orari d’apertura (telefono 049.700689)

I CANDIDATI

PIERLUIGI BERSANI
Nato nel 1951 a Bettola, figlio di Giuseppe, meccanico e benzinaio, sposato dal 1980 con due figlie. Segretario nazionale PD, già Presidente della Regione Emilia Romagna, Ministro dell’Industria e dei Trasporti, Ministro dello Sviluppo economico. “L’Italia ce la farà se ce la faranno gli italiani. Se il paese che lavora, o che un lavoro lo cerca, che studia, che misura le spese, che dedica del tempo al bene comune, che osserva le regole e ha rispetto di sé, troverà un motivo di fiducia e di speranza. Davanti a noi ora c’è una scelta di questo tipo: se batterci tutti assieme o rinunciare a battersi. Se credere nelle risorse e nel coraggio del Paese o affidarsi alle risorse di uno solo. È tempo di ripartire. Perché il peggio può essere alle nostre spalle. Se lo vogliamo.”
SITO WEB: www.bersani2013.it

LAURA PUPPATO
Amministratrice locale, imprenditrice, madre e nativa del Partito Democratico: una persona tenace, che crede fermamente nel valore dell’impegno civile, nel volontariato attivo, nella difesa e valorizzazione dell’ambiente e soprattutto nella grande potenzialità che oggi rappresenta la partecipazione attiva dei cittadini alla vita pubblica e politica del Paese. Volontaria in Croazia e Bosnia. “Ho militato nel WWF per oltre 15 anni convinta che occorre proporre una nuova visone del mondo e un nuovo modello economico. Dopo essere stata sindaco, nel 2009 sono stata candidata alle elezioni europee sfiorando l’elezione e risultando la prima dei non eletti della circoscrizione Nord-Est con 59.883 preferenze. Nello stesso anno ho assunto il ruolo di Presidente del Forum Politiche Ambientali del PD. Nel 2010 eletta consigliere regionale del Veneto, attualmente sono capogruppo del PD.”
SITO WEB: www.laurapuppato.it

MATTEO RENZI
Nato a Firenze, nel gennaio del 1975, scout, rappresentante di istituto al Liceo. Da studente universitario della Facoltà di Giurisprudenza contribuisce alla nascita dei “Comitati per Prodi” che sarà il suo primo impegno con la politica. Lavora come dirigente per l’azienda familiare che si occupa di servizi di marketing. Nel settembre del ‘99 si sposa con Agnese, e si laurea in giurisprudenza con la tesi “Firenze 1951-1956: la prima esperienza di Giorgio La Pira Sindaco di Firenze”; scrive, come co-autore, il libro “Mode – Guide agli stili di strada e in movimento” e il volume “Ma le giubbe rosse non uccisero Aldo Moro”, insieme a Lapo Pistelli.Segretario provinciale del Ppi e coordinatore de La Margherita fiorentina. Nel 2004 eletto Presidente della Provincia e nel giugno 2009 diventa sindaco di Firenze che con lui respira aria nuova, di nuovo fermento politico.
SITO WEB: www.matteorenzi.it

BRUNO TABACCI
Laureato in Economia e Commercio all’Università di Parma, nella prima metà degli anni ottanta ha diretto l’ufficio studi del Ministero dell’Industria e, in seguito, la segreteria tecnica del Ministero del Tesoro. Dal 1970 al 1985 consigliere comunale in alcuni comuni del Mantovano, poi Consigliere regionale (1985-1991) e Presidente della Regione Lombardia (1987-1989). Nel 1988 è stato presidente della Comunità di lavoro Alpe Adria, associazione di regioni dell’area alpina ed adriatica. Deputato nel periodo 1992-1994. Consigliere d’amministrazione di ENI, SNAM, Efibanca e presidente dell’Autostrada A15 Cisa. Deputato UDC tra il 2001 e il 2008 e poi con l’Unione di Centro (UdC) per confluire nell’Alleanza per l’Italia nel 2009. Dal 2011 Assessore al bilancio del Comune di Milano.
SITO WEB: www.primarietabacci.it

NICHI VENDOLA
Nato a Bari nel 1958, in una famiglia cattolica e comunista. Laureato in Lettere e Filosofia all’Università di Bari con una tesi su Pier Paolo Pasolini. In segreteria nazionale Federazione dei Giovani Comunisti dal 1985 al 1988. Nel 1990 Comitato Centrale del Partito Comunista Italiano, tra i fondatori del Partito della Rifondazione Comunista e tra i promotori della Lila e dell’ArciGay. Partecipa a diverse missioni internazionali, dal Tagikistan alla Colombia, dalla Bosnia al Guatemala. Nel 1992 eletto deputato per la prima volta e nel 1996 ho avuto l’onore di essere Vicepresidente della Commissione Parlamentare Antimafia. Il 16 gennaio del 2005 vince le primarie del centrosinistra in Puglia e il 4 Aprile 2005 diventa Presidente della Regione Puglia, per essere confermato il 29 marzo 2010. Dal 24 ottobre 2010 sono il Presidente di Sinistra Ecologia Libertà.
SITO WEB: www.nichivendola.it

nov 5

Clicca per ingrandire

Ricco come tradizione il programma di San Martin in Piassa, festa popolare organizzata in piazza del Sindacato e in piazzetta della Pace dal Comune di Cadoneghe per celebrare la ricorrenza di San Martino, domenica 11 novembre.

In occasione della festa, alle ore 11 di domenica, il sindaco Mirco Gastaldon sancirà il gemellaggio di Cadoneghe con la Città della Speranza – Istituto di Ricerca Pediatrica, Fondazione che finanzia il centro di oncoematologia pediatrica di Padova e all’interno dello stesso contribuisce alla ricerca scientifica.

Altro momento importante per il suo grande significato simbolico sarà, nel pomeriggio, l’incontro con i rappresentanti del Comune terremotato di Moglia, che nei mesi scorsi ha ricevuto la concreta solidarietà del Comune di Cadoneghe e del gruppo Vece Raise.

Il programma completo di domenica prende avvio alle 8,30, quando sarà aperto il Mercatino delle Pulci. Alla 9 l’inizio ufficiale della Festa di San Martino, con associazioni e spazi dedicati alla cultura contadina e alla solidarietà in piazza del Sindacato.

Alle 9,30 messa di ringraziamento per i frutti della terra (Comunità parrocchiale di S. Andrea apostolo) con la partecipazione di “San Martin a cavallo”.

Alle 11, come detto, la cerimonia del gemellaggio, cui seguirà, alle 11,30, la consegna da parte del sindaco degli attestati e degli alberelli alle famiglie dei nuovi nati del 2011.

Alle 14 consegna dei riconoscimenti agli ortolani, spettacoli di gruppi e associazioni del territorio e Gioco dell’Oca con la scuola Francesco d’Assisi.

Alle 15,30 estrazione e distribuzione a sorte di ortaggi vari, salumi e altri doni enogastronomici.

E infine per tutti dolci, castagne, the e… vin brulé.

« Articoli precedenti