mag 30

FESTA DELLA REPUBBLICA 2 giugno 2012

10.00 – Piazza della Repubblica
Alzabandiera
Discorso commemorativo e deposizione di una corona d’alloro.

10.40 – Sala Consiliare del Municipio
Cerimonia di donazione dell’opera di Adriano Baldin all’Amministrazione Comunale
Concerto del quartetto di sassofoni dell’orchestra di Fiati di Cadoneghe.

20.45 – Auditorium Ramin
“Se ci fosse…Gaber” Concerto spettacolo di Paiusco, Gaber e Luporini
Con Stefano Paiusco, Fabrizio de Togni, (chitarra) Ottavio Giacopuzzi (armonica e sax),
Cristian Lavagnoli (progetto audio luci).

mag 29

Dal punto di vista sismico, il comune di Cadoneghe, come il comune di Padova, è classificato a seguito dell’Ordinanza P.C.M. n. 3274 del 20/03/2003, in zona 4, ossia zona a basso rischio sismico.

Secondo il provvedimento legislativo del 2003, i comuni italiani sono stati classificati in 4 categorie principali, in base al loro rischio sismico, calcolato in base al PGA (Peak Ground Acceleration, ovvero picco di accelerazione al suolo) e per frequenza ed intensità degli eventi. La classificazione dei comuni è in continuo aggiornamento man mano che vengono effettuati nuovi studi in un determinato territorio, venendo aggiornata per ogni comune dalla regione di appartenenza.

Zona 1: sismicità alta, PGA oltre 0,25g. Comprende 708 comuni.
Zona 2: sismicità media, PGA fra 0,15 e 0,25g. Comprende 2.345 comuni.
Zona 3: sismicità bassa, PGA fra 0,05 e 0,15g Comprende 1.560 comuni.
Zona 4: sismicità molto bassa, PGA inferiore a 0,05g. Comprende 3.488 comuni.

Tra esse la zona 1 è quella di pericolosità più elevata, potendosi verificare eventi molto forti, anche di tipo catastrofico. A rischio risulta anche la zona 2, dove gli eventi sismici, seppur di intensità minore, possono creare gravissimi danni. La zona 3 è caratterizzata da una bassa sismicità, che però in particolari contesti geologici può vedere amplificati i propri effetti. Infine, la zona 4 è quella che nell’intero territorio nazionale presenta il minor rischio sismico, essendo possibili sporadiche scosse che possono creare danni con bassissima probabilità.

CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE LA MAPPA

Sul sito della Protezione civile si possono trovare questi consigli, dei quali è bene tener conto in caso di ulteriori scosse di una certa intensità avvertite anche nel nostro territorio.

Prima del terremoto
•Informati sulla classificazione sismica del comune in cui risiedi. Devi sapere quali norme adottare per le costruzioni, a chi fare riferimento e quali misure sono previste in caso di emergenza
• Informati su dove si trovano e su come si chiudono i rubinetti di gas, acqua e gli interruttori della luce. Tali impianti potrebbero subire danni durante il terremoto
• Evita di tenere gli oggetti pesanti su mensole e scaffali particolarmente alti. Fissa al muro gli arredi più pesanti perché potrebbero caderti addosso LEGGI IL TESTO COMPLETO »

mag 23

INIZIATIVA PROMOSSA DAL PARTITO DEMOCRATICO DELL’EMILIA ROMAGNA

Il terremoto che ha colpito le province di Modena e Ferrara, causando sette vittime (tra cui quattro lavoratori impegnati nel turno di notte), feriti, migliaia di sfollati e ingenti danni alle abitazioni, agli impianti produttivi e al patrimonio storico e architettonico, si somma ora alle condizioni meteorologiche che stanno mettendo a dura prova le nostre comunità. Tuttavia la reazione immediata delle istituzioni e della protezione civile, insieme alla straordinaria rete di solidarietà attivata dalla stessa cittadinanza e dalle realtà produttive e associative dell’intera regione, sono state la dimostrazione che non siamo vinti e non ci arrendiamo. 
Per questo, oltre ad unirci al dolore delle famiglie e dei compagni di lavoro e alle popolazioni dei Comuni colpiti dal sisma, come Democratici dell’Emilia-Romagna esprimiamo forte e convinta solidarietà e vicinanza e l’impegno a fare la nostra parte per contribuire all’opera di soccorso e alla ricostruzione. In collaborazione con la segreteria nazionale del PD è stata attivata una raccolta fondi a sostegno delle comunità colpite dal sisma di domenica 20 maggio e saranno promossi a ogni livello incontri e iniziative a supporto della sottoscrizione .


Di seguito gli estremi del conto corrente su cui effettuare le donazioni: 



Conto corrente IT02 N031 2702 4100 0000 000 1 494 

Presso UNIPOL BANCA

Intestato “EMERGENZA TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA -Partito Democratico Emilia-Romagna”
Causale “Emergenza terremoto”

mag 21

La Festa del Partito Democratico torna a Cadoneghe come ogni anno a Luglio, da sabato 7 a domenica 15, negli spazi vicini allo stadio “M.L. King” a Mejaniga.

Nove giorni come sempre di ottima cucina (tutte le sere grigliate e gnocchi casalinghi allo spazio della cucina tradizionale e altre specialità, con servizio al tavolo, al ristorante alternativo), il bar dei giovani con drink e torte, i giochi gonfiabili per i bambini, una nuova area gioco, sempre per i bambini, con i giochi della tradizione, la scuola di ceramica, le serate danzanti con musica dal vivo con le migliori orchestre della zona, lo spazio “dibattiti” con incontri sui temi della politica e dell’attualità, lo spazio per le associazioni del territorio, la mostra tematica…

Insomma tutto ciò che serve per rendere la nostra Festa un appuntamento immancabile dell’estate cadoneghese!

Non puoi mancare, dunque! Noi ti aspettiamo!

LA CUCINA: TRADIZIONE E MODERNITA’
Alla Festa Democratica di Cadoneghe saranno presenti come sempre due ristoranti:

- la “cucina tradizionale”, famosa soprattutto per gli storici “gnocchi” di patate fatti a mano tutti i giorni dalle nostre volontarie e volontari e per la carne grigliata (costicine, salsicce, galletto ecc.)


- il “ristorante alternativo” con servizio al tavolo e piatti un po’ più elaborati e ricercati, sia a base di carne che a base di pesce: apprezzata soprattutto la frittura di pesce, accompagnata da un frizzante prosecco, oltre a seppie grigliate, spiedini di pesce, baccalà ecc.

E dopo una cena di grande soddisfazione, non può mancare una sosta al CHE GUE BAR, con una vasta scelta di dolci di pasticceria, frutta fresca, caffé…

 

***

PROGRAMMA DIBATTITI 2012

La festa inizia SABATO 7 luglio, e dal giorno dopo entriamo nel vivo del dibattito politico, con gli interventi del segretario provinciale Federico Ossari e dell’on. Margherita Miotto. A partire da lunedì poi si animerà lo spazio DIBATTITI: molti i temi trattati con autorevoli esperti ed esponenti di primo piano del Partito Democratico, tra cui il vicepresidente nazionale IVAN SCALFAROTTO (lun. 9 luglio) e la capogruppo PD in Regione LAURA PUPPATO (merc. 11 luglio).

***

08/07/12 domenica
PALCO CENTRALE ore 22

Interventi di FEDERICO OSSARI, segretario provinciale PD, e MARGHERITA MIOTTO, deputata PD

***

09/07/12 lunedì
SPAZIO DIBATTITI ore 21

“Economia, crescita, lavoro. Ripartire dopo la grande crisi.”
IVAN SCALFAROTTO, vicepresidente nazionale PD
PAOLO GIARETTA, senatore PD
PIERANTONIO SGAMBARO, imprenditore, presidente Pastificio Jolly Sgambaro
GIANNI CASTELLAN, Segr. Provinciale FIM CISL
GIANLUCA GAUDENZIO, responsabile Forum Lavoro PD provinciale
PAOLO TOGNON, segretario prov. Giovani Democratici, SEBASTIANO RIZZARDI, resp. Comunicazione PD provinciale e ALBERTO SCAPIN, filmmaker, presentano “2012 – FARE PAURA ALLA CRISI”
Modera: ALBERTO SAVIO, segretario PD Cadoneghe

***

10/07/12 martedì
SPAZIO DIBATTITI ore 21

SERATA DONNE
“LIBERE” atto unico di Cristina Comencini con Daniela Zangara e Agnese Masiero
Interverranno Milvia Boselli, portavoce, e altre rappresentanti del movimento “SNOQ – Se Non Ora Quando” di Padova.
Modera: LUCIA VETTORE, PD Cadoneghe

***

11/07/12 mercoledì
SPAZIO DIBATTITI ore 21

“Tra politica e “antipolitica”. Dove va il Veneto?”
LAURA PUPPATO, capogruppo PD Regione Veneto
RENZO MAZZARO, giornalista, autore del libro “I padroni del Veneto” (ed. Laterza)
FABRIZIO DE CHECCHI, ex presidente Eurispes Nordest
Modera: MARIA COCCHIARELLA, PD Cadoneghe

***

12/07/12 giovedì
SPAZIO DIBATTITI ore 21

“I Comuni e le Città del futuro. Unioni, aggregazioni, fusioni, aree metropolitane.”
MIRCO GASTALDON, sindaco di Cadoneghe, coordinatore PD cintura urbana
FRANCESCO VEZZARO, sindaco di Vigodarzere
IVO ROSSI, vicesindaco di Padova
FABRIZIO GIOVANNONI, sindaco di Incisa in Val d’Arno
Modera: CRISTINA SALVATO, giornalista

***

13/07/12 venerdì
SPAZIO DIBATTITI ore 21

“Sviluppo economico e consumo del territorio. Quale futuro per il paesaggio veneto?”
BENEDETTA CASTIGLIONI, geografa Università di Padova ed esperta in paesaggio
ANDREA RAGONA, presidente Legambiente Padova
DEVIS CASETTA, direttivo Ecologisti Democratici Padova
Modera: AUGUSTA PARIZZI, PD Cadoneghe

***

15/07/12 domenica
PALCO CENTRALE ore 22

Interventi di ROSANNA FILIPPIN, segretaria regionale PD, e ALESSANDRO NACCARATO, deputato PD

mag 17

Il Comune di Cadoneghe ha pubblicato all’Albo pretorio informatico un bando straordinario per la presentazione di domande per l’assegnazione di appezzamenti di terreno da destinare a orti sociali. Pur essendo esaurita la graduatoria per il triennio 2010-12, si sono resi infatti disponibili alcuni terreni restituiti dai precedenti assegnatari: 2 appezzamenti presso l’orto sociale sito in via Guerzoni; 4 appezzamenti presso l’orto sociale sito in via Vecellio.

L’assegnazione avrà validità fino al 31.12.2012. Possono presentare richiesta i soggetti in possesso dei seguenti requisiti: residenza nel comune di Cadoneghe; non avere già in uso o in possesso, a qualsiasi titolo, appezzamenti di terreno coltivabili, nel territorio del Comune di Cadoneghe o nei Comuni limitrofi; non essere stati revocati da precedente assegnazione negli ultimi 6 anni.

Le domande (il modulo è scaricabile dal sito del Comune) dovranno essere consegnate entro le ore 12.00 del 31 maggio allo Sportello del Cittadino (dal lunedì al venerdì h. 8.30 – 13.00, lunedì e mercoledì h. 15.00 – 19.00) o via posta elettronica, all’indirizzo comune@cadoneghenet.it, allegando il file di scansione del modulo sottoscritto e del documento di riconoscimento in corso di validità, oppure via fax, allegando al modulo sottoscritto fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità, o infine per mezzo di raccomandata postale, sempre allegando gli stessi documenti. Per altre informazioni: www.cadoneghenet.it

mag 17

Società ciclistica Zanon, una corsa lunga 40 anni

Quarant’anni di successi e di passione per le due ruote: è la storia della Società ciclistica Giulio Zanon di Cadoneghe, una delle associazioni sportive più longeve del Veneto. A questo glorioso periodo è dedicato ora un libro che ripercorre le tappe principali dell’attività svolta dalla Zanon fra il 1970 e il 2010. Ne è autore Pietro Basso, assessore allo Sport del Comune di Cadoneghe.
La presentazione pubblica del volume avverrà domenica 20 maggio alle ore 10 in Sala Consiliare del Municipio. Soci, ex soci e simpatizzanti sono invitati.
Per informazioni e per prenotare una copia del libro si possono contattare i numeri 049 611176 e 049 702095.

Protezione civile, domenica si inaugura la nuova sede

Appuntamento domenica 20 maggio, a partire dalle 9, per l’inaugurazione della sede della Protezione civile, in viale della Costituzione n. 4. Alla cerimonia intervengono il sindaco di Cadoneghe Mirco Gastaldon, l’assessore della Provincia di Padova Enrico Pavanetto, l’assessore del Comune di Cadoneghe Silvio Cecchinato, il responsabile del coordinamento del distretto Padova Nord- Est e sindaco di Vigodarzere Francesco Vezzaro e il responsabile della Protezione civile di Cadoneghe Sergio Zampieron.
Il programma prevede alle ore 9.10 l’alzabandiera (fronte Comune, P.zza Insurrezione), alle ore 9.20 taglio del nastro e saluti delle autorità.
Alle 10 saranno consegnate le targhe di riconoscimento alle aziende che hanno contribuito, unitamente alla Regione Veneto e ai Comuni di Cadoneghe e Vigodarzere, all’acquisto del nuovo fuoristrada in dotazione alla Protezione civile.
Alle 10.30 chiuderanno la mattinata un’esibizione musicale dell’Orchestra di Fiati di Cadoneghe e un piccolo rinfresco.

mag 17

Nel corso del prossimo Consiglio Comunale, convocato il 24 maggio, diventeranno definitive, con il voto della maggioranza dei consiglieri, le modifiche allo Statuto Comunale che riguardano in particolare la materia dei referendum comunali. L’iter di modifica dello Statuto è iniziato il mese scorso e ha comportato una sequenza di tre votazioni (l’ultima appunto sarà giovedì 24 maggio) nell’arco di un mese.

Il Consiglio Comunale di Cadoneghe ha deciso dunque di disciplinare con molta chiarezza e precisione le forme di consultazione popolare che erano già previste dal nostro Statuto, approvato nel 2004, adeguandole alla legislazione vigente.

Gli articolo 10, 11 e 12 dello Statuto sono stati riformulati per:

- distinguere tra loro gli istituti del referendum consultivo e propositivo (il primo promosso dal Comune, il secondo dai cittadini);
- identificare con chiarezza e univocità l’ambito in cui sono ammessi i referendum propositivo e abrogativo;
- abrogare le disposizioni che prevedono la possibilità di effettuare referendum consultivi o propositivi riguardanti materie territorialmente limitate.

Per il referendum abrogativo, vengono identificati nello Statuto gli atti per cui è possibile la consultazione referendaria nelle deliberazioni consiliari a contenuto “libero” e non incidenti sulle posizioni giuridiche di terzi.

In seguito ad una riflessione sull’argomento, emersa nella discussione svoltasi nella seduta di Consiglio del 28 marzo scorso, si è ritenuto opportuno reintrodurre e ridisciplinare la consultazione popolare, intesa come forma di partecipazione volta a verificare l’orientamento della cittadinanza su argomenti di particolare rilievo. Questa forma di partecipazione, a carattere non vincolante, potrà essere attivata dal Consiglio o dalla Giunta e si svolgerà concretamente attraverso assemblee pubbliche, sondaggi d’opinione mediante questionari o altri mezzi, anche telematici. In quest’ambito ricade anche l’eventuale decisione di trasferire la sede municipale. LEGGI IL TESTO COMPLETO »

mag 16

Domenica 3 GIUGNO 2012: Viaggio nella storia fra Brescello e Museo Cervi

PROGRAMMA:
Ore 7.00: Partenza in pullman da piazza Bachelet (VIGODARZERE)
Ore 9:30: Visita al Museo Cervi
Ore 11:30: Itinerario eno‐gastronomico: visita ad una tipica Acetaia con annesso Museo del Vino (Azienda Agricola Tenuta Rampata)
Ore 13.00: Arrivo a Brescello e Pranzo.
Ore 15.00: Ritrovo Piazza Matteotti davanti alla chiesa. Passeggiata accompagnati dalla guida turistica per le vie del centro del paese per visitare i luoghi legati ai film
di Peppone e don Camillo come la chiesa, il crocefisso parlante, la campana…
Visita ai tre musei: “Brescello e Guareschi…”, “Museo”Peppone e Don Camillo”, “Museo archeologico”
Ore 18.00: Partenza da Brescello
Ore 20.00: Arrivo in piazza Bachelet (VIGODARZERE)

COSTO a persona: 48 euro comprensivo di viaggio in pullman, pranzo, guida turistica e ingresso ai musei.

Per adesioni: 335 5929482 (Stefano); 347 0600609 (Fernando)

mag 15

Strage di Capaci, 23 maggio 1992: a vent’anni esatti da quel tragico eccidio, Cadoneghe ricorda il sacrificio di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro davanti alla scuola “Falcone e Borsellino” di via Vecellio (quartiere Bragni). Alle 17.58 di mercoledì 23 maggio, ora esatta dell’esplosione, osserveremo insieme un minuto di silenzio. Partecipate, e fate partecipare.

mag 11

In collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Don Milani” e la Direzione Didattica di Cadoneghe, l’Amministrazione Comunale di Cadoneghe organizza anche quest’anno il Consiglio Comunale Aperto, che si terrà sabato 12 maggio 2012 dalle ore 10.30 alle ore 12.30 presso l’auditorium Ramin di via Rigotti. Il tema scelto per quest’anno è la riflessione sulle Istituzioni Europee; nell’occasione gli alunni delle scuole primarie e secondarie che hanno aderito all’iniziativa presenteranno a Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale le conclusioni dei progetti di Educazione alla Cittadinanza dell’anno scolastico 2011-12, e avranno la possibilità di confrontarsi con i rappresentanti delle istituzioni locali.

Il Consiglio Comunale Aperto rappresenta il momento conclusivo di incontro tra Amministrazione Comunale e Scuole del territorio, al termine di un fitto programma di incontri organizzati nell’anno scolastico in corso, tra cui la festa della Costituzione, la festa della diversa abilità, la festa della solidarietà, l’uscita didattica a Fossoli, le celebrazioni del 25 aprile.

Al Consiglio Comunale Aperto sono anche invitati rappresentanti di classe, di istituto e di circolo, genitori, rappresentanti delle associazioni del territorio.
Da segnalare anche la presenza ufficiale di Unicef, che sarà rappresentato dalla presidente del Comitato di Padova Rinalda Montani: “Sarò presente a questa iniziativa – dichiara Montani –, che per i suoi alti valori educativi e culturali accomuna la nostra associazione, le scuole e le istituzioni di Cadoneghe”.

« Articoli precedenti