13 ott 20 - Rimpianto per Claudio Sinigaglia:

Ha costruito istituzioni fraterne ed amichevoli.

La comunità veneta e quella padovana hanno perso oggi un riferimento politico: Claudio Sinigaglia, consigliere del Partito Democratico nella legislatura regionale appena conclusa, si è spento all’ospedale di Padova a 62 anni, stroncato da un tumore che lo aveva messo a dura prova per due anni. 

Il Circolo del Partito Democratico di Cadoneghe lo rimpiange insieme ai molti che per anni hanno potuto trovare in lui un riferimento politico, un interlocutore preparato, un compagno forte e mite. Claudio Sinigaglia, nei dieci anni in cui ha rappresentato il PD nel consiglio regionale, è stato molte volte a Cadoneghe. La competenza e la passione che egli ha messo nella legislazione sulla salute e sulla sicurezza sociale, ne avevano fatto un imprescindibile riferimento anche per le proposte e le iniziative del Circolo PD e dell’Amministrazione comunale di Cadoneghe.

La concretezza e la disponibilità, alimentate dal cattolicesimo democratico in cui era cresciuto, sono state da Sinigaglia sperimentate e praticate nella attività di assessore comunale e di vicesindaco con Flavio Zanonato in Comune di Padova, e sono diventate infine proposte di legge in Veneto: per questo era sempre ricercato da associazioni e da categorie professionali ben al di là della militanza politica.

Alla moglie Roberta, ai tre figli Edoardo, Gregorio e Virginia e al fratello sacerdote don Ezio, il PD di Cadoneghe esprime il fraterno cordoglio e ne assicura la memoria nella continuità dell’impegno di Claudio Sinigaglia a rendere anche a Cadoneghe le istituzioni parte della comunità e soprattutto fraterne ed amichevoli verso i giovani e i più deboli.

Partito Democratico
Circolo di Cadoneghe

 


Scrivi un commento