26 nov 20 - Punto tamponi alla “Maretto” di Bagnoli: l’ex scuola si dimostra utile

Torna utile l’ex edificio scolastico di Bagnoli: conservato al patrimonio del Comune di Cadoneghe dall’amministrazione del sindaco Michele Schiavo, ora è un luogo sicuro per i tamponi anti Covid-19.

Il Partito Democratico di Cadoneghe accoglie con favore la messa a disposizione della ex scuola “Maretto” a Bagnoli per la gestione dell’emergenza Covid-19, nello specifico come luogo dove i medici di base potranno effettuare i tamponi. In questa fase di emergenza l’immobile bene si presta ad essere del tutto isolato da ogni contesto frequentato da altri soggetti e per avere caratteristiche tali da essere velocemente approntato per la funzione suddetta.

Non possiamo quindi che condividere la scelta ed auspicare la rapida attivazione del punto tamponi nel nostro Comune, come è avvenuto in altri Comuni.

Per amore di verità – e a qualcuno piacerà vedervi anche una vena polemica, però motivata – ricordiamo che è stata la determinazione dell’amministrazione Schiavo a mantenere la disponibilità ad uso pubblico della vecchia scuola Maretto, in quanto il decreto regionale che aveva disposto la concessione del contributo di € 415.213,74 per la nuova scuola dell’infanzia l’Aquilone di via Conche, prevedeva la dismissione e l’alienazione (cioè la vendita) della vecchia scuola.

Dopo alcuni tentativi di vendita con esito infruttuoso, l’amministrazione di allora aveva chiesto alla Regione di togliere il vincolo dell’alienazione per poter mantenere in proprietà comunale l’immobile da destinare a fini pubblici (centro per servizi di interesse comune). Richiesta accolta dalla Regione il 19 gennaio 2016.

Da rilevare che allora i consiglieri comunali Devis Vigolo (oggi vice sindaco) e Silvio Borella, dopo aver depositato interpellanze ed espresso in Consiglio Comunale la contrarietà a tale proposta, arrivarono a rivolgersi alla Regione per suggerire addirittura che richiedesse al Comune di Cadoneghe la restituzione del contributo regionale.

Per l’evidente interesse pubblico da tutelare, la richiesta venne respinta e l’ex scuola è rimasta un bene pubblico disponibile, tanto più in questa circostanza.

Un tipico esempio di come le posizioni assunte da certi rappresentanti politici spesso non rispondano all’interesse dei cittadini, ma a logiche di schieramento.

 

Partito Democratico

Circolo di Cadoneghe

 

 

 

Scrivi un commento