3 nov 20 - 4 NOVEMBRE: SOTTO LA STESSA BANDIERA. ANCHE OGGI

La Festa nazionale del 4 Novembre, Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate, è vissuta quest’anno in un periodo di incertezza, di paura e di difficoltà. Il raggiungimento dell’unità nazionale, risultato di sofferenze e morti anche a Cadoneghe, segnala che dalle difficoltà di oggi, sanitarie e sociali, possiamo uscire con l’unità dei cittadini e di tutti coloro che hanno responsabilità comuni.

È questa la maniera con cui vogliamo onorare i Caduti nella Grande Guerra, anche qui a Cadoneghe, dove era nato Giulio Zanon, la prima Medaglia d’oro di quella guerra. Con lui sono caduti – come riferisce Albino Bellon nel libro “I due secoli di Cadoneghe” – altri 44 abitanti di Cadoneghe, tra i quali altri insigniti al Valor militare, come il caporal maggiore Andrea Giora (medaglia d’argento) e i soldati Pietro Camporese (medaglia di bronzo) e Luigi Paccagnella (medaglia d’argento).

Con loro ricordiamo tutti i combattenti e tutte le donne di Cadoneghe, che hanno condiviso tre anni tragici, ma che hanno segnato anche l’inizio di una nuova Italia: un’Italia che per la prima volta si era unita sotto la stessa bandiera.

In questo 4 Novembre in Italia e in Veneto abbiamo anche altri morti da ricordare, quelli della pandemia.

Lo facciamo con le parole del Presidente Sergio Mattarella domenica scorsa al cimitero di Castegnato: “Ricordare i nostri morti è un dovere che va affiancato dal dovere della responsabilità; di proseguire nell’impegno per contrastare e sconfiggere questa malattia così grave. Mettendo da parte partigianerie, protagonismi, egoismi, per unire gli sforzi, di tutti e di ciascuno – quale che sia il suo ruolo e quali siano le sue convinzioni – nell’obiettivo comune di difendere la salute delle persone e di assicurare la ripresa del nostro Paese”.

La scelta del Partito Democratico è questa. Ci sono momenti in cui tutto il resto passa in secondo piano. Egoismi, personalismi, localismi. Questo è il momento. È il momento dell’unità e della responsabilità comune. Nessuno sarà mai soddisfatto completamente delle decisioni prese, ma di tutto abbiamo bisogno meno che di conflitti istituzionali o in questo momento di scontro politico. Altrimenti, vorrà dire che c’è chi vuole lucrare politicamente sulla difficoltà di questa crisi globale, semplicemente per far cadere il governo.

Al Partito Democratico interessa non far cadere le vite umane.

Partito Democratico

Circolo di Cadoneghe

 

 

 


 

Scrivi un commento