nov 25

Mercoledì 25 novembre: Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il Covid riduce le iniziative, ma non la solidarietà di Cadoneghe, diventata in questi mesi ancor più necessaria.

La ricorrenza del 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne ci trova quest’anno alle prese con un nuovo nemico che è questo virus che ci sta condizionando la vita.

Come altrove, anche da noi non è stato possibile organizzare iniziative pubbliche e intorno all’UDI di Cadoneghe, che ha proposto l’idea, le nostre associazioni locali più vicine si sono riunite con l’adesione ad un manifesto di denuncia e sottolineatura del fenomeno, sempre di grande attualità, dei femminicidi e della violenza sulle donne che si esercita spesso tra le pareti domestiche.

Per le donne esposte alla violenza di genere purtroppo l’epidemia in corso è spesso una aggravante, che le costringe ancora di più a stare rinchiuse in ambienti familiari ostili, alla mercé dei loro aguzzini.

Ricordo che il 25 novembre 2019 ci siamo ritrovati in gran numero per ribadire il significato che ha per noi la Panchina Rossa, divenuta simbolo da tutti riconosciuto di una nuova diffusa coscienza e della determinazione a contrastare ogni tipo di violenza, dalla più impalpabile degli stereotipi di genere, a quella estrema della distruzione della vita, con tutte le varianti intermedie che mostrano quanto ancora si debba diffondere l’educazione al rispetto e la lotta alle discriminazioni.

Questo nonostante molte leggi siano intervenute a sanzionare in modo più specifico gli abusi e tutti i reati con connotazione di genere, e molto si stia facendo  per monitorare  e  contrastare  i fenomeni ancora persistenti.

Per tutto questo nella giornata di mercoledì 25 novembre, vi invito a fare una piccola visita alla panchina rossa che si trova ora collocata nella piazza davanti alla nostra biblioteca P.P. Pasolini.

Dalle 10 alle 16 ci siamo organizzati per un piccolo presidio (un tavolino), presso il quale vogliamo raccogliere dei pensieri e restituire dei messaggi.

Non è molto, ma credo che sia necessario per tenere sempre alta l’attenzione sul tema che è diventato coscienza comune solo per l’impegno di tante donne con le loro associazioni e di uomini consapevoli.

Rispetteremo le disposizioni anticovid non creando assembramenti e garantendo l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e di ogni altra precauzione per non creare rischi per nessuno.

Vi aspetto per una piccola testimonianza utile.

Lucia Vettore

Partito Democratico di Cadoneghe