21 nov 19 - Corse in più di Busitalia a Cadoneghe.

Tanto smanioso nell’addossare colpe ad altri e nella poca accuratezza con cui (dis)informa, il Sindaco Marco Schiesaro ha detto una serie di sciocchezze sulla questione del trasporto pubblico a Cadoneghe.
Poiché invece il Partito Democratico vuole fare vera informazione, chiariamo a tutti, sindaco Schiesaro in primo luogo, che:
- le corse aggiuntive si possono sempre fare anche a Cadoneghe, ma le deve pagare l’Amministrazione comunale direttamente a Busitalia e NON dipendono dalla convenzione scaduta.
- NON ESISTE NESSUN DEBITO lasciato in sospeso dalla precedente Amministrazione a guida Michele Schiavo, poiché la convenzione è scaduta il 31 dic. 2017, quindi nulla si doveva pagare.
-Attualmente tra i vari comuni (Albignasego, Selvazzano, Rubano) della periferia di Padova e Busitalia, esiste un contenzioso e non ci sono accordi vigenti e validi di altri Enti locali: il solo Comune di Cadoneghe avrebbe dovuto pagare ciò che non era dovuto né per legge, né per effetto di valida convenzione? Singolare pretesa dell’attuale sindaco!
- Suggeriamo al sindaco Marco Schiesaro di leggere la nota “Richiesta di chiarimenti” comunicata dalla Regione e inviata a tutti i comuni il 15 dic. 2017, nella quale potrà apprendere che i servizi attuali offerti da Busitalia sono pagati già dalla Regione Veneto e che è facoltà degli Enti comunali di dotarsi di servizi aggiuntivi a proprio totale carico.
-Comunque l’Amministrazione precedente, guidata da Michele Schiavo esponente del Partito Democratico, con competente lungimiranza, ha accantonato una somma di quasi € 400.000,00 per tutte le spese in fase di definizione o allora ancora non prevedibili, in osservanza dell’art. 187 legge 267/2000, in cui possono rientrare anche le spese per il trasporto pubblico locale.
-Il Sindaco Marco Schiesaro non ha memoria della firma congiunta –sua e del suo predecessore- del Verbale della verifica straordinaria di cassa del Comune di Cadoneghe?.
Il problema del trasporto pubblico non è un problema lasciato in sospeso dall’Amministrazione Schiavo, è attuale e deve essere risolto, ma, prima ancora, chi lo deve risolvere deve comprenderne la natura e la portata. Il metodo scientifico da seguire è sempre il solito: prima si deve studiare, informarsi e capire, soprattutto se si è digiuni di amministrazione della cosa pubblica.
I cittadini di Cadoneghe non meritano di subire l’atteggiamento del sindaco Marco Schiesaro perennemente propagandistico ed incurante della verità dei fatti.
Partito Democratico
Circolo di Cadoneghe

One Response

  1. admin Says:

    E’ che non siamo perfetti.
    D’altronde la perfezione non è di questo mondo

Scrivi un commento